Agenzia di caccia


Caccia in Ungheria

INFORMAZIONI IMPORTANTI


L’introduzione dell’arma

Gli ospiti provenienti dai paesi dell’UE hanno bisogno dei seguenti documenti:

  • lettera d’invito dell’agenzia organizzatrice
  • Carta Europea d’Arma da fuoco
  • documenti personali (passaporto o carta d’identità)

Gli ospiti provenienti da un paese che non fa parte dell’UE hanno bisogno di una lettera d’invito della ns. agenzia dove bisogna indicare il tipo, il calibro, il numero dell’arma e la quantità di munizione. Al confine deve presentare quindi la ns. lettera d’invito, il passaporto e la licenza di caccia valida nel proprio paese. Se arriva con l’aereo, dopo il controllo del passaporto e recupero di bagagli, potrà avere il permesso dell’introduzione dell’arma scegliendo il corridoio rosso.

Se arriva con la macchina, al confine deve dichiarare l’arma ed entrare in possesso del permesso per l’introduzione delle armi. Il costo del permesso è 3.000.-Ft. Deve conservare il permesso fino alla fine della caccia e all’uscita dall’UE deve riconsegnarlo alla dogana confermando che l’arma ha uscito dall’UE. In caso contrario la persona inadempiente viene sottoposta a processo penale.

 

Armi da caccia consentite:

  • In Ungheria l’arma con canna ad anima liscia può essere utilizzata solo per la piccola selvaggina e per il cinghiale. Il fucile semiautomatico con cartucce a pallini deve contenere non più di 3 colpi.
  • La selvaggina grande può essere cacciata solo con fucile con canna ad anima rigata, con munizione di palla unica con la forza di proiettile minimo 2500 Joule (eccetto il capriolo che può essere cacciato anche con proiettile di 1000 Joule).
  • È vietato l’uso dell’arma con canna ad anima rigata automatica e semiautomatica

 

 Valutazione dei trofei

  • In Ungheria i trofei di cervo, daino, capriolo, muflone e le zanne di cinghiale che superano i 16 cm, devono essere valutati entro 30 giorni dalla data dell’abbattimento.
  • Se il trofeo come punteggio internazionale (IP) arriva ai livelli sottoelencati, le autorità venatorie devono presentarlo al Ministero per renderlo oggetto di importanza nazionale:
  • Cervo                     240 IP
  • Daino                     200 IP
  • Capriolo                 170 IP
  • Muflone                  220 IP
  • Cinghiale                130 IP

     Del trofeo considerato di valore nazionale, viene preparata una copia per l’ospite.

 

Trasporto all’estero di trofeo

Per i paesi dell’UE sono importanti i seguenti documenti:

  • Fattura originale rilasciata dall’agenzia di caccia
  • Permesso ufficiale dell’ente venatorio (biglietto di valutazione del trofeo)


Paesi extra UE:

  • Fattura originale rilasciata dall’agenzia di caccia
  • Biglietto di valutazione del trofeo
  • Documento doganale
  • Certificato veterinario di sanità

 

Esportazione di carne

  • In caso di trasporto nei paesi dell’ UE: è possibile trasportare in base alla fattura un capo di grande taglia o una quantità di piccola selvaggina idonea all’uso privato, senza permesso
  • In caso di trasporto nei paesi extra UE: fattura, documentazione doganale, certificato veterinario.

 


 

Condizioni Generali di Contratto

 

Scarica qui il Condizioni Generali di Contratto dell’Agenzia di caccia Eurohunting Srl.